Tra i Castelli del Barolo

TRA I CASTELLI DEL BAROLO

 

Tracciato altamente panoramico con sviluppo chilometro ed altimetrico adatto per utenza con discreto grado di allenamento.

Le costanti del percorso saranno la vite e i magnifici manieri che dominano paesaggio e colline, entrambi frutto del duro lavoro e dell’ingegno di generazioni degli abitanti di quest’area, dalla bellezza paesaggistica e da uno straordinario microclima. Il tour inizia a La Morra, centro nevralgico della zona di produzione del vitigno nebbiolo e punto panoramico più alto dell’area (da non perdere il belvedere immerso nel centro storico del paese), per scendere verso Barolo. Il comune che dona il nome al vino di fama internazionale saprà affascinarvi per l’eleganza del suo borgo e l’imponente profilo del castello (oggi sede dell’Enoteca Regionale del Barolo e del WIMU).
Proseguendo accom-pagnati da distese di vigneti a perdita d’occhio si raggiunge l’abitato di Monforte d’Alba, comune bandiera arancione del Touring Club dotato di un centro storico straordinario risalente all’anno mille e di un anfiteatro a dir poco suggestivo. Tale gioiello della Langa si distingue per la presenza di numerose cantine e vinerie di alto livello ed è un esempio di rara vivacità turistica e culturale (ricordiamo il festival annuale di respiro internazionale “Monfortinjazz” che prende vita ogni estate nel cuore della cittadina).

Lasciandosi guidare dalla strada si scende in seguito verso Dogliani e l’area di produzione del Dogliani DOCG (da visitare il suggestivo centro del paese caratterizzato da numerosi edifici in stile neogotico ), dove sarà possibile ristorarsi prima della salita (dislivello di 430 metri). Verso Bonvicino, ci siamo noi dell’Acciuga nel Bosco!!!

E via verso il confine di questa parte di territorio nel comune di Serravalle Langhe. L’itinerario prosegue sfiorando l’Alta Langa e le sue tipiche coltivazioni di nocciole per ritornare nel regno incontrastato della vite scendendo verso Sinio, villaggio dominato dall’omonimo castello.

La pedalata prosegue in direzione di Serralunga d’Alba e del suo castello, inoltre è presente il Boscareto con il suo ristorante “La Rei” e lo chef Pasquale Laera,  meta obbligata di ogni visitatore interessato alla storia di queste colline per raggiungere Grinzane Cavour. Il vivace borgo è da sempre un palcoscenico della viticoltura e delle sue innovazioni nella storia. Da non perdere la visita al Castello di Grinzane, dove abitò a lungo il Conte Camillo Benso, oggi teatro dell’annuale Asta Internazionale del Tartufo Bianco, sede di Enoteca Regionale e di un importante museo etnografico. Una volta riposati si proseguirà verso Verduno (punto panoramico di pregio e comune di produzione del vino “Verduno Pelaverga”) per concludere il percorso rientrando a La Morra dove non si potrà rifiutare un calice del “vino dei Re e del re dei vini”.

Scarica il percorso Trai Castelli del Barolo in Pdf

Scarica la scheda topografica in Pdf

Scarica il profilo altimetrico in Pdf

Barolo

Buon divertimento e passate a trovarci a L’Acciuga nel Bosco,  Borgata Martina 12 a Dogliani!!

#lacciuganelbosco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...