Dalla carta dei vini de l’Acciuga nel Bosco: Barbera d’Asti

 

Passum

Passum Barbera d’Asti DOCG di Cascina Castlet

 Passum Barbera d’Asti DOCG di Cascina Castlet

Un simbolo, forse un “mandala“, forse un’antica “P”, forse un sole, direttamente serigrafato e cotto sul vetro per rimanere indelebile come il ricordo di questo vino nel tempo. Un segno, simbolo insieme di memorie ancestrali e di assoluta modernità grafica. Il nome richiama alcuni celebri vini dell’antichità ottenuti dalla surmaturazione o dal leggero appassimento delle uve.
La tradizione del Barbera ottenuto da uve passite è antica nell’Astigiano, e veniva riservata ai grappoli migliori.
Cascina Castlèt ne ha fatto il vino bandiera, sia perché ottenuto esclusivamente dal vitigno principe della zona, sia perché le tradizione più antiche permettono interpretazioni estremamente moderne e rivivono ricordando che anche nella tradizione contadina povera esisteva il prodotto elitario.

Annunci

Dalla Carta dei Vini de l’Acciuga nel Bosco: Barbera d’Alba

20150620_094141

PULIN BARBERA D’ALBA DI NEGRO GIUSEPPE 2012 DOC

La cantina Negro Giuseppe è situata nel Comune di Neive, una delle zone più rinomate per la produzione dei vini tipici albesi. Adatto sia a primi piatti importanti che a salumi, secondi di carne e formaggi. È un vino che bene si presta anche a lunghi invecchiamenti. Il colore è rosso rubino intenso, il profumo è ampio con sentori di viola. Il sapore è asciutto e di giusta acidità con gusto pieno e avvolgente.